Andrea Wob Facchin

vocals,guitar,banjo

La band nasce il 3 Dicembre 2012 (con un concerto in un'osteria perduta tra le nebbie della campagna veneta) dalle esperienze di tre (ahinoi) non piu’ giovani musicisti, i quali convergono sull'idea di creare un trio di Blues cercando di recuperare quanto di africano, haitiano, misterioso e fuorischema ci sia nel Blues. Da qui il nome di Voodoo Blues. Dopo qualche periodo di studio, Mr. Wob & The Canes cominciano a proporre il proprio sound a partire da Venezia, loro patria, per poi muoversi a zonzo per il nord Italia. Dall'Emilia al Trentino, dalla Toscana alla Lombardia, questi "stagionati" musicisti, hanno deciso di portare in giro un modo diverso di fare il blues collezionando in un anno di attivita’ circa 50 concerti (non molti ma un buon inizio) fino alla registrazione del loro primo album "Invitation to the Gathering" dove trova una prima realizzazione la loro ricerca.

L’Album  non non ha intenti revivalistici, al seguito di chissa' quale nostalgia e purezza che non ci appartiene.Un album che mescola il fife&drum style del Mississippi con i ritmi primitivi del Blues senza dimenticare tributi stilistici alle esperienze piu’ classiche del blues e le sue trasformazioni piu’ moderne.Mr. Wob individua nel blues delle origini una fonte di Energia, un “parlare chiaro”, un “memento” per non dimenticare la natura “demoniaca”, dionisiaca e creativa dell' uomo: un sogno antimodernista, nel senso migliore, di ribellione, fatto di suoni diretti e di danza, di grida e di corpo. E tutto questo in una formula pressoche' unplugged e “povera”, in cui l'acciaio e la saggina hanno pari rilevanza nella produzione del suono. Le differenti provenienze musicali dei componenti (jazz, musica d'autore, folk) entrano a far parte del gioco, fondendosi con le regole fondamentali del blues, per un desiderio di creativita’ perenne. Il blues e’ voodoo, balli, odore d'Africa, canti di liberta’ e poverta’.Musica dell'origine dei tempi e del presente. In poche parole, il nostro e’un blues da ballare, da cantare, nato per essere un vero e proprio invito a radunarsi e festeggiare.Nei nostri blues non ci sono molte donne fatali che spezzano cuori ma piu’ spesso ci sono latifondisti che ti mettono alla fame, incarcerazioni,discriminazioni ed antichi riti di magia nera.E poi la festa, il ballo che libera, il canto che supera ogni discriminazione.

Giovanni Natoli

drum,rubboard

Loris Tagliapietra

bullfiddle,vocals

Attivo da tanti anni nell'ambito veneziano in contesti jazz, blues e musica d'autore. Cresce musicalmente nell'ambito delle jam session veneziane del bar Torino. Tra le varie collaborazioni quelle per Erica Boschiero, Giovanni Dell'Olivo, Don Ciccio Philarmonic orchestra, Gerardo Balestrieri con i quali ha inciso degli album e esibito al premio Tenco 2007 (con Balestrieri) e Musiculture a Macerata, alla finalissima, con Erica Boschiero. Come batterista jazz suona con svariati musicisti, tra cui Piero Bittolo Bon, Marco Quaresimin, Alvise Seggi, Guglielmo Pagnozzi. Collabora per tre anni con Arrigo Cappelletti, nell'ambito del Conservatorio Benedetto Marcello. Con il Maestro si esibisce al festival UBI Jazz 2012. I suoi gruppi principali sono i Frankie Back From Hollywood, una formazione che rilegge la canzone pop francese e italiana in un linguaggio che ha definito "modernariato pop" e con i Mr. Wob and the Canes

Mr. Wob appare al mondo nel 112° anniversario della nascita di Luigi Pirandello. Cresce a metà tra la Puglia e Venezia e a 12 anni inizia lo studio della chitarra. Ostinato e poco incline all’essere inquadrato, intraprende la via dell’autodidatta.  A 16 anni comincia a suonare nei locali di Mestre dopo essere stato folgorato dal Blues. Sempre a metà tra tentazioni quasi progressive e un forte richiamo blues roots continua la sua attività su un doppio binario: da un lato le formazioni blues con i Mojo Snack (recensiti da Fabio Treves come una tra le più promettenti blues band giovanili), Travelling Souls, e dall'altro, con Igor Stoppa, fonda la Don Ciccio Philarmonic Orchestra (Arezzo Wave 2004)pubblicando 2 album. Parallelamente ha svariate partecipazioni come chitarrista e cantante in altri progetti musicali.Durante queste esperienze si forma come armonicista, cantante ed inizia lo studio dell'ukulele e del banjo, strumenti che poi entreranno a pieno titolo nelle sue esibizioni. Per circa 6 anni è insegnante di chitarra presso la scuola di musica Città Sonora di Mestre.Nell'ultimo periodo entra nella storica band The Hormonas con i quali collabora nel tour europeo di presentazione dell'album "A belly full of tears" ed entra da polistrumentista nel Gmg & The Beta Project.Tra i fondatori del collettivo artistico Moka da tre, collabora con Gianpietro Barbieri del gruppo poetico La Dura Madre, con Sandro Buzzati per lo spettacolo Lungo la traccia ed ha ripreso la sua attività Blues con Mr. Wob & The Canes

Contrabassista,bassista  eclettico che spazia dal Barocco al Blues.Studia contrabbasso classico al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia con Ubaldo Fioravanti.E’ tra i fondatori del Centro Musica Burano.Incessantemente attivo nel panorama musicale veneziano dal 1990.Tra i  vari progetti musicali ha collaborato in passato con,Kito Roots,Rummellai,Tacabanda,,Kasfandery Groove Family,Cosmocats,Mrc Blues Band,Hot BluesLine,Gerardo Balestrieri,Sensoplano,Giovanni dell’Olivo,Fabio Bambini,Antonio Lallai Trio,Django Rebelde.Progetti recenti lo vedono impegnato con Tony Green & Gipsy jazz,Roda de Choro,Frankie back from Hollywood,Aruspika e Mr Wob and the Canes

Voodoo blues band

Mr.Wob and the Canes